+39 02/99485328 info@ldfasteners.com

Nomenclatura e caratteristiche dell’ acciaio inossidabile

Mag 7, 2016

Abbiamo già precedentemente accennato alle caratteristiche dell’acciaio inossidabile ed alla sua classificazione in acciaio austenitico, ferritico e marsenitico.

Nella nostra analisi tecnica ci riferiremo alla bulloneria principale , che comprende: viti, prigionieri, tiranti e dadi,  con caratteristica essenziale di resistenza alla corrosione. Per comprendere il sistema di designazione bisogna  tener presente le seguenti componenti, stiamo parlando infatti di una nomenclatura composta da una lettera e 3 cifre, dove la lettera ci va ad indicare le peculiarità del materiale, esempio:

A= acciai austenitici al CrNi o CrNiMo
F= acciai ferritici al Cr
C= acciai marsenitici al Cr

La prima cifra dopo la lettera rappresenta il tipo di lega corrispondente ad uno dei 3 gruppi ( A, F, C).

Le ultime due cifre rappresentano un decimo del carico unitario di rottura  nominale della bulloneria espresso in N/mm2, per tanto le ultime 2 cifre identificano la classe di resistenza con riferimento allo stato metallurgico come:

45= bassa resistenza per gli acciai ferritici addolciti
50= bassa resistenza per gli acciai austenitici e marsenitici
60= media resistenza per gli acciai ferritici ottenuta per deformazione plastica a freddo per gli acciai austenitici e ferritici, e per trattamento termico per gli acciai marsenitici.
70=  media resistenza per gli acciai austenitici e marsenitici
80= elevata resistenza ottenuta per elevata deformazione plastica a freddo per gli acciai austenitici.

Esempio generale:

ACCIAIO AUSTENITICO: A1,A2,A3,A4,A5
Può presentare la seguente resistenza: 50,70,80
Può essere stato sottoposto al seguente trattamento termico:
50: Addolcito
70: Incrudito
80: Fortemente incrudito